Foto rendering Padiglione Ungherese (fonte: Carpathia Kft)

Expo 2015: l’Ungheria presenta il Padiglione “Giardino della vita” all’Istituto Italiano di Cultura di Budapest

Il Padiglione Ugherese sarà presentato all’IIC di Budapest

iic_bpBUDAPEST – Lunedì 23 marzo,  alle ore 16, presso l’IIC (Istituto Italiano di Cultura) di Budapest, il Commissario Generale per l’Expo del Governo Ungherese Géza Szőcs presenterà il Padiglione “Giardino della vita”, con cui parteciperà ad Expo Milano 2015.  La filosofia a cui si ispira il contributo dell’Ungheria all’Esposizione Universale – spiega la nota di presentazione dell’IIC – è l’interazione tra la salubrità del cibo, lo stile di vita sano, la garanzia di sicurezza alimentare insieme con la conservazione della biodiversità per le future generazioni. “Dalla fonte più pura” è il tema prescelto.

Tre sono i principali argomenti in cui è raggruppata l’offerta espositiva:

  • “Le tradizioni salutari”, in cui si presenta il modello di agricoltura di qualità ungherese, a mosaico e familiare, contrapposto alle monocolture intensive;
  • “Il Paese dell’acqua”, con la ricchezza di risorse idriche e bagni termali che contraddistingue l’Ungheria;
  • “L’eredità per il futuro”, con il ruolo della ricerca e dell’innovazione per la tutela di specie animali e vegetali locali (“Hungaricums”) e l’importanza dell’agricoltura biologica contro le mutazioni genetiche.

“Expo Milano 2015 – si ricorda nel comunicato – vede protagonisti 145 Paesi di tutto il mondo, che sono stati invitati ad interpretare il tema ‘Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita’. Ogni Paese, partendo dalla propria cultura e dalle proprie tradizioni, è chiamato a interrogarsi e a proporre soluzioni rispetto alle grandi sfide legate alle prospettive dell’alimentazione, tema vitale e quotidiano per l’intera popolazione mondiale. Lo scopo è quello di far vivere al visitatore un’esperienza unica, creando consapevolezza e partecipazione in merito al diritto a un’alimentazione sana, sicura e sufficiente, alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica della filiera agroalimentare, alla salvaguardia del gusto e della cultura del cibo”. Per l’incontro del 23 marzo la prenotazione è obbligatoria.

La facciata del palazzo che ospita l’IIC di Budapest

iic_bpNell’Ottavo Distretto di Budapest, in Bródy Sándor Utca 8, si trova l’edificio che dal 1865 al 1902 fu la sede del Parlamento Ungherese e che attualmente ospita l’Istituto Italiano di Cultura di Budapest. Questo edificio, che fa parte dei monumenti del XIX secolo più notevoli di Budapest, fu progettato da Miklós Ybl, uno fra i più grandi architetti ungheresi che ideò, fra l’altro, l’Opera, la Basilica di Santo Stefano e l’Università di Economia.

Dal 1865 al 1902 fu la sede del Parlamento Ungherese

iic_bpL’edificio dell’Istituto è forse il migliore esempio della scuola neo-rinascimentale del primo eclettismo e, come sede del primo Parlamento d’Ungheria, è anche un monumento fondamentale della storia politica ungherese. Nel 1902 il Parlamento si trasferì dall’edificio provvisorio alla sede definitiva in riva al Danubio e, fino al 1920, l’edificio in Bródy Sándor Utca 8 ospitò fiere e mostre. Nel novembre 1920 fu costruita una cabina di proiezione al piano superiore per proiettare i film. Nel 1942 lo Stato Italiano entrò in possesso del palazzo, in base ad un accordo firmato a Roma nel 1935. Dopo numerosi lavori di restauro, sia della facciata esterna che dell’interno, la sede dell’Istituto Italiano di Cultura per l’Ungheria fu inaugurata il 21 giugno 1943, alla presenza di alte personalità italiane e ungheresi.

(fonte: Istituto Italiano di Cultura di Budapest)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...