pallanuoto

Coppa LEN di Pallanuoto Femminile: A Imperia la Mediterranea si aggiudica l’importante trofeo internazionale

IMPERIA – Alla Piscina “Cascione” le Campionesse d’Italia della Mediterranea Imperia hanno battuto per 8-7 il Plebiscito Padova nella sfida conclusiva della Final Four del LEN Trophy, che si è disputata ieri sera alle 21:00. Si aggiudicano, così, il loro secondo trofeo internazionale, dopo quello del 2012. Nella finale per il terzo posto, le greche del Vouliagmeni hanno vinto per 10-8 contro le ungheresi dello Szentes.

La Piscina “Cascione” in tripudio. Una vittoria eccitante ed ancora più bella, perchè sofferta con un inizio difficile.

Il Plebiscito Padova, capolista del Campionato Italiano di serie A, si è subito portato avanti con la doppietta della Barzon. Poi, tra il 2° e il 3° quarto le giallorosse, padrone di casa, hanno ribaltato la situazione segnando sei reti e subendone solo due, per il 6-4 del 3° tempo.

Nell’ultimo tempo Barzon (4 reti alla fine) e Queirolo (3) hanno cercato di riaprire il match, ma una bomba della Motta e una strepitosa controfuga finalizzata dalla Casanova hanno messo il sigillo al punteggio, consegnando il bis europeo alle giallorosse di Marco Capanna.

l terzo posto della LEN Cup è del Vouliagmeni. Le ragazze greche hanno sconfitto le ungheresi dello Szentes al termine di una partita tiratissima (10-8). Alle magiare non è bastato portarsi a casa il primo quarto. Mano a mano hanno subito la rimonta greca, fino alla sconfitta finale.

“Abbiamo centrato un obiettivo straordinario, che mancava da tre anni. Siamo stra-felici e orgogliosi delle nostre ragazze”. Fatica a parlare e non riesce a trattenere l’emozione Luca Ramone, il presidente della Rari Nantes Imperia, che alla “Cascione” ha vinto la Coppa LEN di Pallanuoto Femminile, un trofeo che mancava in bacheca dal 2012.

E’ stata un’impresa storica per le ragazze di Marco Capanna. “Hanno combattuto come delle leonesse e in acqua, lo abbiamo visto tutti, se le sono date di santa ragione. Questo è lo sport, ma soprattutto questa è la grinta che contraddistingue le nostre atlete – dice Ramone – Hanno giocato con grande spirito di squadra, non hanno mollato un secondo, anche quando eravamo sotto. Perchè non dobbiamo dimenticare che il Padova è la squadra in testa alla classifica del campionato ed ha fortissime ambizioni. Quanto al discorso della Coppa LEN, ci abbiamo creduto fin dal primo momento, cioè quando hanno deciso di assegnarci la Final Four. Dovevamo vincerla e Capanna e le ragazze del team hanno lavorato in silenzio e con grande impegno, per un risultato che scrive il nome di Imperia nella storia”.

La “Cascione”, anche nella finalissima del dopo cena, ha dato davvero il massimo. In tribuna c’era anche Paolo Strescino, Assessore Comunale alle Manifestazioni. “Superlative, superlative – ripete a pugni chiusi Strescino – Ho visto delle ragazze determinate e grintose. Ci hanno fatto emozionare, hanno vinto con grande forza. Tutta la città deve essere orgogliosa di avere questa squadra, che vince e proietta il nome di Imperia in tutta Europa”.

Un match al cardiopalma, anche per amici, fidanzati, mariti e genitori delle ragazze scese in vasca. Hanno tifato ed hanno anche ballato sugli spalti della “Cascione”. All’ultimo secondo della partita con la Plebiscito, tutti in piedi a far festa per le giallorosse, che hanno stra-meritato questa vittoria. Brave ragazze, la Coppa LEN ora è a Imperia.

Soddisfatto anche il mister Capanna: “Innanzitutto, i miei complimenti al Padova: sono in fase di grande crescita e sono una squadra completa ed organizzata. È stata una finale bella e combattuta, dove abbiamo avuto un primo tempo molto brutto, con pochissimo ordine davanti, che ci ha esposto a contropiedi che sapevamo di dover evitare. Questo gruppo ha cuore e nei momenti importanti c’è sempre. Siamo rientrati in partita, difendendo forte e sfruttando quei piccoli vantaggi che ci venivano concessi o iniziavamo a crearci con più sistematicità. È stato un punto a punto fino a che, su un 6 contro 5 portato bene dal Padova, abbiamo chiuso con sacrificio gli spazi e fatto un muro che è diventato decisivo per sfruttare il contropiede di Elisa, che era in ritardo sul rientro. Sono veramente orgoglioso di queste ragazze. Sanno mettersi in discussione come persone ed atlete, senza porsi limiti. Trovare un gruppo così disponibile è la fortuna di ogni allenatore. Vederle contente, alla fine, davanti al loro pubblico, numerosissimo, ripaga dei tanti sacrifici che fanno”.

Ancora Capanna: “Per la stagione, però, è solo un punto di partenza, perché ora viene la fase più difficile e bella. Due settimane per prepararci e migliorarci, in attesa della vincente fra Messina e Orizzonte, e continuare la nostra avventura. Nei momenti decisivi abbiamo la consapevolezza che tutti dovranno sempre fare i conti anche con noi. Cornice di pubblico meravigliosa, organizzazione splendida, degno contorno di questa squadra che è unica e sta facendo cose incredibili. La società credo abbia sempre più presente di doverlo proteggere e supportare in futuro, ne sono certo. I ringraziamenti miei vanno a tutti coloro, e sono tantissimi, che sono stati ore, prima, durante e dopo la manifestazione, a lavorare con vari compiti. La mia dedica va ad ognuna delle mie ragazze, a chi gioca meno, alle piccole che voglio che sognino un giorno di essere protagoniste, a Maurino che meritava questa gioia in questo momento. E a Jean Roncallo, perché era un piacere parlare con lui di pallanuoto, come memoria storica ma mente illuminata, che capiva i cambiamenti dalla pallanuoto di un tempo. E’ una dote non di tutti, soprattutto in una piccola città come la nostra. Inoltre ringrazio Zio Lucio Carli, lui sa perché. Ora sappiamo che la Mediterranea Imperia nella stagione 2015-2016 giocherà la Supercoppa Europea. Anche questa è una cosa speciale, per nulla scontata”.

Di seguito la cronaca del match Plebiscito Padova – Mediterranea Imperia.

Partita delle grandi emozioni alla “Cascione”, con una Mediterranea superlativa che recupera palle su palle, segna e fa divertire. Capanna voleva questa vittoria, che riporta la Coppa LEN in Italia e, soprattutto, nella bacheca della piscina di San Lazzaro. Tribuna delle grandi occasioni per la finale, che ieri sera ha assegnato il titolo europeo per società, con l’Assessore alle Manifestazioni Paolo Strescino che ha trattenuto cuore e respiro per più volte, davanti a quegli attacchi da brivido delle padovane. Un bel match, accompagnato da bandiere e tamburi, ma soprattutto da grande grinta e tecnica di gioco. D’altronde, in questa finale tutta italiana, si affrontavano il Padova di Posterivo, primo in classifica, che ha come obiettivo lo scudetto, e la Mediterranea di un Capanna scatenatissimo, che ha schierato le sue pedine migliori per quella che era la partita della vita. C’erano le azzurre Motta, Gorlero, Pomeri ed Emmolo. Un match tutto da vivere.

Primo tempo.

Palla al centro conquistata dal Padova. Prima azione per le venete sfumata. Imperia in avanti, tiro della Motta da metà vasca, parata del portiere Teani. Tiro di Sara Dario, para Gorlero. Imperia all’attacco, tiro della Stieber a lato. Occasione per la Mediterranea, la difesa del Padova libera. Fasi di studio. Time out Mediterranea a 4.51. Imperia in avanti, ma scadono i 30 secondi senza che nessuna vada al tiro. Rete del Plebiscito con Laura Barzon a 3.54, 1-0. Trattenuta sulla Motta non rilevata dagli arbitri. Tiro di Giulia Emmolo, parato da Teani. Raddoppio di Laura Barzon a 2.21, 2-0 Traversa di Martina Bencardino. Fallo in attacco della Mediterranea. Time out Plebiscito a 1.44. Tiro della Queirolo, parato, palla ancora in mano alle patavine, la difesa dell’Imperia libera. Tiro della Pomeri, fuori. Il primo parziale termina con il vantaggio del Padova 2-0 sulla Mediterranea.

Secondo tempo.

Palla al centro conquistata dall’Imperia. Tiro della Stieber, parato. Rete del Padova con Queirolo a 7.23, 3-0. Tiro della Drocco sul portiere. Imperia in avanti. Tiro di rigore a favore della Mediterranea. Rete di Giulia Emmolo a 6.12, 3-1. Padova in avanti, ma la difesa dell’Imperia libera. Rete di Giulia Emmolo a 5.34, 3-2. Rigore a favore del Padova, trasforma la Queirolo, 4-2, a 5.19. Tiro della Dario, Gorlero para. Fallo in attacco della Stieber. Tiro di Martina Savioli, libera la difesa. Occasione con la Ralat, sola davanti alla Teani, sbaglia clamorosamente. Tiro della Barzon, para la Gorlero. Time out Imperia a 1.50. Rete da metà vasca di Silvia Motta, che accorcia le distanze, 4-3, a 1.28. Tiro della Emmolo, traversa, ancora palla all’Imperia. Pareggio dell’Imperia con Francesca Pomeri, 4-4, a 23 secondi dalla sirena.

Terzo tempo.

Palla al centro conquistata dall’Imperia. Tiro di Laura Barzon, parato da Gorlero. Riparte la Mediterranea, ma l’azione sfuma. Espulsione di Giulia Gorlero. Il Padova non approfitta, sciupando una ghiotta occasione di segnare. Occasione per il Padova con la Queirolo, libera la difesa della Mediterranea. Time out Imperia a 4.56. Riparte l’Imperia. Palo colpito da Laura Drocco. Padova in avanti, libera la difesa dell’Imperia. Fallo su Giulia Emmolo. Tiro di rigore affidato a Francesca Pomeri, che trasforma e porta in vantaggio per la prima volta nella gara l’Imperia 5-4, a 3.03. Tiro della Queirolo, in angolo dalla Gorlero. Raddoppio di Martina Bencardino, 6-4, a 2.05. Time out Padova. Tiro di Sara Dario, fuori. Tiro di Giulia Emmolo, fuori. Tiro della Savioli Martina, parato da Gorlero. Tiro della Borriello sul portiere.

Quarto tempo.

Il tabellino

PLEBLISCITO PADOVA – MEDITERRANEA IMPERIA 7-8 (2-0; 2-4; 0-2; 3-2)

Plebiscito Padova: Teani, L. Barzon, I. Savioli, Gottardo, M. Savioli, Queirolo, A. Millo, Dario, Rocco, Bosello, Nencha, Lascialandà, A. Barzon. All. Stefano Posterivo

Mediterranea Imperia: Gorlero, Ralat, Borriello, Tedesco, Stieber, Casanova, Pomeri, Motta, Emmolo, Bencardino, Drocco, Amoretti, Solaini. All. Marco Capanna

Arbitri:  Svetlana Dreval (RUS) E Benjamin Mercier (FRA). Delegato Len Jean Claude Demey (FRA)

Note: Spettatori 800 circa.

 

(fonte: Riviera24)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...