comune-di-erba

“Erba città di cultura in Expo”: Presentati alla stampa tutti gli eventi culturali per Expo 2015

ERBA (Co) – Sono stati presentati ieri, in un apposito incontro con la stampa, gli eventi culturali organizzati dall’Amministrazione Comunale erbese, in occasione di Expo 2015. In particolare, l’Assessore alla Cultura Franco Brusadelli ha illustrato il programma dei concerti di musica internazionale, che la città di Erba ospiterà tra giugno ed ottobre, con la partecipazione di musicisti provenienti dai Paesi ospiti dell’Esposizione Universale, tra cui l’Ungheria.

L’iniziativa è stata organizzata anche grazie al finanziamento di ventimila euro, ottenuto attraverso l’aggiudicazione del bando “Como Cultural Capital”, promosso da Sistema Como 2015. Ogni concerto sarà preceduto da una degustazione gastronomica ispirata alla tradizione culinaria dei Paesi coinvolti.

I concerti avranno luogo in due location particolarmente suggestive, scelte tra le tante disponibili.

Nella prima, il Teatro Licinium, sono stati organizzati eventi che fanno capo, come Direttore Artistico, al Maestro Rossella Spinosa, già Direttore Artistico del Festival di Bellagio e del Lago di Como. Le serate al Licinium , ad ingresso gratuito, saranno tre: sabato 27 giugno, alle 21:00, ci sarrà un concerto dedicato alla Turchia; venerdì 17 luglio, sempre alle 21:00, un concerto dedicato all’Ungheria e venerdì 31 luglio, sempre alla stessa ora, un concerto dedicato al Kazakistan. Un quarto appuntamento orchestrale estivo, sempre al Teatro Licinium, è stato inserito nel calendario delFestival di Bellagio e del Lago di Como: il 7 agosto sarà protagonista l’Orchestra “I Pomeriggi Musicali” di Milano, con uno speciale programma lirico dedicato ai temi di Expo.

Il Castello di Pomerio, invece, farà da cornice al festival “Musiche delle Nazioni”. La rassegna, che prevede cinque serate, è stata ideata con la collaborazione dell’Accademia Europea di Musica, con il sostegno degli Amici Svizzeri dell’Accademia, e con la direzione di Stefan Coles.
Si partirà giovedì 4 giugno, alle 21:15, con la serata dedicata alla Polonia e alla Lituania. Domenica 21 giugno, alle 21:15, sarà invece la volta di Giappone e Corea, mentre venerdì 28 agosto, alle 21:00, ci sarà la serata dedicata alla Svizzera. Appuntamento, poi, mercoledì 16 settembre, alle 21:00, con le musiche della Romania e, infine, il 4 ottobre, con la serata dedicata all’Islanda.

Di seguito il programma degli eventi che fanno capo, come Direttore Artistico, al Maestro Rossella Spinosa.

Sabato 27 giugno, EXPO Turchia

Bellagio Festival Orchestra col Direttore d’Orchestra e Compositore turco Ertuğ Korkmaz.

Bellagio Festival Orchestra

La Bellagio Festival Orchestra è una novità delle edizioni più recenti del Festival di Bellagio e del Lago di Como. Si tratta di una formazione orchestrale da camera, composta da Professori delle principali Orchestre lombarde, che si esibirà durante la manifestazione sotto la bacchetta di diversi Direttori. Tra i suoi collaboratori figura anche la violoncellista ungherese Annamaria Bernadette Cristian.

Ertuğ Korkmaz

KorkmazErtuğ Korkmaz, diplomato in Composizione e Direzione d’Orchestra, ha ricevuto una borsa di studio per Londra. In Inghilterra ha studiato Composizione e Direzione d’Orchestra alla Guildhall School of Music and Drama con i Professori Alfred Nieman, George Nicholson e Alan Haseldine. Ha studiato musica contemporanea con artisti della Art of Music, come Hans Werner Henze, Karlheinz Stockhausen e Peter Maxwell Davies. Attualmente è Direttore Musicale e Direttore Principale dell’Orchestra Accademica Baskent. Le sue opere comprendono quattro Poemi Sinfonici, due Sinfonie: la Foresta Pluviale e Enuma Elish (Mito della Creazione sumero), Concerto per Chitarra e Sonata (World premiere eseguita dalla Manchester Camerata) e varia musica per ensemble da camera, cori e strumenti solisti.

Venerdì 17 luglio, EXPO Ungheria

Bellagio Festival Orchestra col Direttore d’Orchestra e Violino Solista Antal Zalai.

Bellagio Festival Orchestra

La Bellagio Festival Orchestra è una novità delle edizioni più recenti del Festival di Bellagio e del Lago di Como. Si tratta di una formazione orchestrale da camera, composta da Professori delle principali Orchestre lombarde, che si esibirà durante la manifestazione sotto la bacchetta di diversi Direttori. Tra i suoi collaboratori figura anche la violoncellista ungherese Annamaria Bernadette Cristian.

Antal Zalai

antal-zalaiAntal Zalai è un giovane violinista ungherese di fama mondiale, che si è fatto notare dal grande pubblico già in età adolescenziale per il talento unico, la tecnica perfetta ed il raffinato senso musicale. Da allora, ha iniziato a collaborare con prestigiose Orchestre e rinomati Direttori d’Orchestra di rilievo internazionale. Antal Zalai ha iniziato gli studi del violino classico alla giovanissima età di cinque anni in Ungheria. Si è laureato nel 2009 presso il Royal Conservatory di Bruxelles, sotto la guida del Maestro Kati Sebestyén. Prima degli studi a Bruxelles, i suoi Maestri a Budapest sono stati László Dénes, Péter Komlós e Jozef Kopelman. Inoltre, Zalai ha frequentato corsi di alto perfezionamento coi Maestri Isaac Stern, Pinchas Zukerman, Erick Friedman, Tibor Varga, Lewis Kaplan e György Pauk. All’età di 15 anni, ha ottenuto il successo internazionale il 1° ottobre 1996, eseguendo il Concerto per Violino No.1 di Bartók al concerto di gala in onore dell’80° compleanno del celebre violinista Lord Yehudi Menuhin, tenutosi nella Grand Hall dell’Accademia di Musica Ferenc Liszt di Budapest. Nel corso della sua carriera Zalai ha collaborato con illustri Direttori d’Orchestra, come Fabio Luisi, Paavo Järvi, Yoel Levi, Lawrence Foster, Gilbert Varga, Shlomo Mintz, Ludovic Morlot, Laurent Petitgirard, Enrique Bátiz Campbell, Yip Wing-sie e Gábor Takács-Nagy. Nel 2008 ha debuttato nel Regno Unito a Liverpool, eseguendo il Concerto per Violino di Glazunov con la Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, diretta da Ludovic Morlot. Si è esibito nello stesso Concerto per Violino, in occasione del suo debutto a Berlino nel 2008, come Violino Solista della Deutsches Symphonie-Orchester Berlin alla Philharmonie Berlin. Nell’aprile 2010 Zalai ha fatto il suo debutto viennese al “Frühling in Wien 2010”, concerto di gala della Vienna Symphony Orchestra, diretta da Fabio Luisi alla Wiener Musikverein. Ha ottenuto questa grande opportunità, vincendo un concorso online sulla piattaforma Internet Talenthouse. Come solista, Antal Zalai si è esibito nelle più prestigiose Sale da Concerto internazionali, come la Carnegie Hall e la Weill Recital Hall di New York, il Kennedy Center Terrace Theater di Washington DC, la Grand Hall del Conservatorio di Mosca, la Victoria Hall (Ginevra), la Sala Concerti del Royal Conservatory di Bruxelles e quella del Chan Centre for the Performing Arts di Vancouver.

Venerdì 31 luglio, EXPO Kazakhstan

Orchestra da Camera di Stato del Kazakhstan “Accademia dei Solisti”

Orchestra da Camera di Stato del Kazakhstan “Accademia dei Solisti”

Kazakh State Chamber OrchestraL’orchestra più apprezzata e rinomata del Kazakhstan è stata fondata nel 1991 su iniziativa della celebre violinista Aiman Mussakhodzayeva ed è diretta da Bakhydzhan Mussakhodzayeva, Artista d’Onore della Repubblica del Kazakhstan. L’orchestra “Academy of Soloists” annovera al suo interno tutti professionisti affermati e premiati in concorsi internazionali; il suo repertorio abbraccia ogni stile, dal barocco al classico, dal moderno e alla musica nazionale dei compositori Kazaki. Inoltre l’orchestra esegue spesso brani popolari integrando spesso al suo interno strumenti tradizionali e folkloristici (dombra e kobyz). L’orchestra si è esibita nelle principali sale da concerto della Repubblica del Kazakhstan e ha effettuato numerose tournée nella principali capitali Europee con notevole successo (Germania, Austria, Italia, Russia,) in Asia (Corea, Turchia, Giappone) America (USA) collaborando con artisti di riconosciuta fama. Si è esibita nella principali sale da concerto europee, come la Royal Albert Hall di Londra, il Musikverein di Vienna, la Dvorjak Hall di Praga, la Salle Gaveau di Parigi, l’Auditorium della Conciliazione a Roma. Sin dalla sua fondazione l’orchestra ha tenuto concerti nella Sala principale della Filarmonica di Stato di Alma Ata e in altre città della repubblica inserendo nei propri concerti i giovani talenti che studiano nelle più importanti accademie di Stato. L’orchestra “Accademia dei Solisti” esprime al meglio l’arte della musica e delle tradizioni d‘esecuzione del Kazakhstan all’estero sviluppando relazioni culturali internazionali.

Venerdì 7 agosto, Concerto nell’ambito del”Festival di Bellagio e del Lago di Como

Programma operistico sui temi di Expo. Orchestra “I Pomeriggi Musicali”, diretta dal M° Paolo Belloli. In programma Mozart e Beethoven, accostati a Stravinskij e Prokov’ev.

Orchestra “I Pomeriggi Musicali”

i-pomeriggi-musicaliNell’immediato dopoguerra, in pieno fervore per la ricostruzione, l’impresario teatrale Remigio Paone e il critico musicale Ferdinando Ballo lanciano la nuova formazione con un progetto di straordinaria attualità: dare alla città di Milano un’orchestra da camera con un solido repertorio classico ed una specifica vocazione alla contemporaneità. Il successo è immediato e l’Orchestra “I Pomeriggi Musicali” contribuisce notevolmente alla divulgazione popolare in Italia della musica dei grandi del Novecento, censurati durante la dittatura fascista: Stravinskij, Hindemith, Webern, Berg, Poulenc, Honegger, Copland, Yves, Français. “I Pomeriggi Musicali” avviano, inoltre, una tenace attività di commissione musicale. Per i “Pomeriggi” compongono, infatti, Casella, Dallapiccola, Ghedini, Gian Francesco Malipiero, Pizzetti, Respighi. Questa scelta programmatica si consolida nel rapporto con i compositori delle leve successive: Berio, Bussotti, Luciano Chailly, Clementi, Donatoni, Hazon, Maderna, Mannino, Manzoni, Margola, Pennisi, Testi, Tutino, Panni, Fedele, Francesconi, Vacchi. Oggi “I Pomeriggi Musicali” contano su un vastissimo repertorio, che include i capolavori del Barocco, del Classicismo e del primo Romanticismo, insieme alla gran parte della musica moderna e contemporanea. Compositori come Honegger e Hindemith, Pizzetti, Dallapiccola, Petrassi e Penderecki hanno diretto la loro musica sul podio dei “I Pomeriggi Musicali“, che diventano il trampolino di lancio verso la celebrità di tanti giovani artisti. E’ il caso di Claudio Abbado, Leonard Bernstein, Rudolf Buchbinder, Pierre Boulez, Michele Campanella, Giuliano Carmignola, Aldo Ceccato, Sergiu Celibidache, Riccardo Chailly, Daniele Gatti, Gianandrea Gavazzeni, Carlo Maria Giulini, Vittorio Gui, Natalia Gutman, Angela Hewitt, Leonidas Kavakos, Alexander Lonquich, Alexander Igor Markevitch, Zubin Mehta, Carl Melles, Riccardo Muti, Hermann Scherchen, Thomas Schippers, Christian Thielemann, Salvatore Accardo, Antonio Ballista, Arturo Benedetti Michelangeli, Bruno Canino, Dino Ciani, Severino Gazzelloni, Franco Gulli, Nikita Magaloff, Nathan Milstein, Massimo Quarta, Maurizio Pollini, Corrado Rovaris e Uto Ughi. Tra i Direttori stabili dell’Orchestra, ricordiamo Nino Sanzogno, il primo, Gianluigi Gelmetti, Giampiero Taverna e Othmar Maga, per arrivare ai milanesi Daniele Gatti, Aldo Ceccato e Antonello Manacorda. In alcuni casi, la direzione musicale è stata affiancata da una Direzione Artistica: in questa veste Italo Gomez, Carlo Majer, Marcello Panni, Marco Tutino, Gianni Tangucci, Ivan Fedele e, da giugno 2011 Massimo Collarini. L’Orchestra “I Pomeriggi Musicali” svolge la sua attività principalmente a Milano e nelle città lombarde, mentre in autunno contribuisce alle stagioni liriche dei Teatri di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Mantova, Pavia, e alla stagione di balletto del Teatro alla Scala. Invitata nelle principali stagioni sinfoniche italiane, l’Orchestra è ospite anche delle maggiori sale da concerto europee. “I Pomeriggi Musicali” sono una Fondazione, costituita dalla Regione Lombardia, dal Comune di Milano, dalla Provincia di Milano e da enti privati, riconosciuta dallo Stato come istituzione concertistico-orchestrale e dalla Regione Lombardia come ente primario di produzione musicale. Sede dell’Orchestra “I Pomeriggi Musicali” è lo storico Teatro Dal Verme, sito nel cuore di Milano.

 

Le serate musicali saranno precedute, alle 19:15, da itinerari culturali gratuiti per la città di Erba.

Alle 20:30 circa, nel luogo del concerto, è prevista una degustazione di prodotti tipici dei Paesi ospitati.

In caso di avverse condizioni meteorologiche, gli eventi previsti al Teatro Licinium si terranno nella Chiesa Santa Maria degli Angeli di Villa Amalia, in Piazza San Giovanni Battista de la Salle a Erba.

Per informazioni e prenotazioni della visita guidata contattare l’URP del Comune di Erba:
031/615.370 – 031/615.392
urp@comune.erba.co.it

Per i concerti al Castello di Pomerio, invece, contattare l’Accademia Europea di Musica:
031/626.519
accademiadimusica@libero.it

 

Di seguito la locandina della manifestazione “Erba, città di cultura in Expo”:

ERBA-CITTA-DI-CULTURA-IN-EXPO-2015

 

Di seguito la locandina della manifestazione “Festival Musica delle Nazioni”:

festival-musica-delle-nazioni

 

Di seguito la locandina della manifestazione “Festival di Bellagio e del Lago di Como”:

Festival-Bellagio-Lago-Como-2015-Locandina

 

Vedere anche l’articolo:

Erba-citta-di-cultura-in-expo-ci-saranno-anche-i-maestri-di-musica-ungheresi/ 

 

(fonti: ErbaNews, Comune di Erba, Festival di Bellagio e del Lago di Como)

Annunci

3 pensieri riguardo ““Erba città di cultura in Expo”: Presentati alla stampa tutti gli eventi culturali per Expo 2015”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...