inter-campus-ungheria

“Inter Campus”: Concentrazione e divertimento in Ungheria

BUDAPEST – Nuovo importante appuntamento per Inter Campus in Ungheria. In questi giorni la delegazione della squadra di calcio milanese ha partecipato alla prima parte del camp, dove si ritrovano annualmente i bambini di Inter Campus Budapest e Inter Campus Szendrőlád. Inter Campus è un progetto sociale e di cooperazione, realizzato dalla Fondazione creata da Inter Football Club. Ha lo scopo di portare il gioco e l’educazione ai bambini bisognosi di ogni Paese, attraverso l’insegnamento del calcio.

A differenza degli anni precedenti, quest’anno la comitiva, composta da circa 60 bambini e 15 adulti, si è diretta in una nuova località dell’Ungheria a sud-ovest di Budapest, nella Provincia di Somogy: Zamárdi, cittadina che si affaccia sul lago Balaton.

A fianco dei bambini, tutti gli allenatori-educatori locali: Gábor, Tomas e Tomer da Szendrőlád e Krisztián e Csaba da Budapest.

Gli allenamenti si sono susseguiti con grande concentrazione, ma anche con molto divertimento, con i bambini sempre suddivisi in due gruppi, in base all’età. Oltre alle sedute di calcio, anche molti importanti momenti di condivisione, come i pasti presso la mensa della struttura e i giochi serali, nei quali allenatori e bambini hanno partecipato gli uni al fianco degli altri.

Durante la visita a Budapest, la delegazione di Inter Campus ha anche incontrato i rappresentanti del CPO (Children Protection Office), agenzia statale che gestisce gli orfanotrofi in Ungheria. Il confronto sulle rispettive attività a favore dei bambini ungheresi è stato positivo ed è stata ipotizzata la possibilità di collaborazioni future.

Gli stessi esponenti del CPO hanno poi, a loro volta, partecipato al camp a Zamárdi, dove hanno potuto apprezzare il calcio come strumento di integrazione tra i bambini di Szendrőlád e quelli di Budapest.

Un’iniziativa benefica poco pubblicizzata, quella di Inter Campus, molto sviluppata soprattutto in Sud America e nel continente africano, ma anche in Cina ed in Iran. Nelle sue recenti fasi di sviluppo si sta concentrando sui Balcani e l’Europa Centro-Orientale (Romania, Polonia, Bulgaria, Slovenia, Bosnia-Erzegovina, Kosovo e Ungheria). Nel 2008 il regista italiano Gabriele Salvatores ha presentato al Festival internazionale del Film di Locarno un documentario dedicato ad Inter Campus, volto a raccontare le emozioni vissute negli Inter Campus di tutto il mondo, a raccontarne le storie, per far capire cosa significhi davvero giocare a calcio e a cosa può servire.

Inter Campus

Inter Campus realizza dal 1997 interventi sociali e di cooperazione flessibili e a lungo termine, in 29 Paesi del mondo, con il supporto di 200 operatori locali, utilizzando il gioco del calcio come strumento educativo per restituire ogni anno il Diritto al Gioco a bambine e bambini bisognosi, tra i 6 e i 13 anni di età.

Inter Campus Ungheria

Il progetto Inter Campus Ungheria nasce nel 2010, in partnership con l’associazione no-profit Love is the Answer, a supporto dell’educazione e della promozione umana di bambini orfani e di minoranze etniche, oltre che per la formazione pedagogico-sportiva degli istruttori.

Love is the Answer collabora costantemente con le Istituzioni governative locali. Si occupa della custodia dei bambini orfani a Budapest, presso la Casa dei Bambini “Cseppkő”, dove il primo Inter Campus Ungheria è stato ufficialmente inaugurato. Attualmente, circa 50 bambini sono coinvolti direttamente nel progetto. La Casa di “Cseppkő” segue un’ottantina di bambini, che vivono sotto la custodia dello Stato, a causa di situazioni fortemente disagiate nelle proprie famiglie di origine. Casi di alcolismo, tossicodipendenze, violenza domestica e abbandono sono le problematiche più frequenti. L’attività sportiva all’interno dell’orfanotrofio è gestita da 2 operatori locali e diversi volontari.

Dall’ottobre del 2011 è attivo un secondo progetto Inter Campus a beneficio, attualmente, di 100 bambini (80% di etnia rom) che vivono nel piccolo comune di Szendrőlád, a pochi chilometri dal confine Slovacco, nelle regioni più povere del nord-est dell’Ungheria. Il progetto ha come obiettivo l’integrazione tra bambini rom e quelli ungheresi. Altri 3 operatori locali gestiscono qui l’attività sportiva.

(fonte: Inter Campus)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...