András Schiff

“Festival del Maggio Musicale Fiorentino” a Firenze: Il Maestro ungherese Schiff interpreta le Partite di Bach

FIRENZE – La primavera di Firenze sboccia al “Festival del Maggio Musicale Fiorentino”. È il più antico e prestigioso festival musicale d’Europa, dopo Salisburgo, e il primo in Italia: giunto alla sua 78° edizione, esiste dal 1933. La stagione 2015 si è aperta il 27 aprile e terminerà il 28 giugno. Il Maggio Musicale Fiorentino richiama i più grandi concertisti, lirici e artisti contemporanei del mondo, è uno degli appuntamenti annuali più importanti e attesi dal grande pubblico, grazie anche alla direzione del Maestro Zubin Mehta e alla lunga tradizione musicale dell’Orchestra. Il programma comprende opere, concerti sinfonici, recital, balletti e spettacoli in prosa.

È nel nome di Bach, l’autore del quale è reputato fra i massimi interpreti mondiali, che il celeberrimo pianista di origini ungheresi, ma fiorentino d’adozione, András Schiff è tornato a Firenze come protagonista del recital di domenica 19 aprile (all’Opera di Firenze). Per questo nuovo appuntamento del ciclo “I grandi interpreti”, ideato dagli Amici della Musica, in collaborazione con Opera di Firenze/Maggio Musicale Fiorentino, Schiff ha scelto di presentare, in un’unica serata, le Sei Partite BWV 825-830: innegabili capolavori, che appartengono alla piena maturità del compositore; vere e proprie suites, articolate in una serie di danze, ciascuna delle quali racchiude una maestria e una fantasia compositiva sorprendenti.

Noto anche per le sue maratone pianistiche monografiche (le integrali di Schubert, Beethoven, Bach) e come organizzatore musicale (è stato Direttore Artistico del Festival di Musica da Camera Musiktage Mondsee, vicino a Salisburgo, e ha fondato l’Ittinger Pfingstkonzerte in Svizzera), acclamato nei maggiori centri concertistici e legato da lunga frequentazione agli Amici della Musica, Schiff si dedica anche all’attività di Direttore: nel 1999 ha dato vita all’Orchestra da Camera Cappella Andrea Barca, dandole un nome di fantasia, che è scherzosamente l’italianizzazione del proprio. Nel 2011 Schiff è balzato alla notorietà della cronaca per essersi pubblicamente opposto all’ondata di neonazismo e antisemitismo in Ungheria, decidendo, anche a seguito alle minacce ricevute, di non suonare più in patria. Nell’estate 2014 la regina Elisabetta d’Inghilterra ha conferito il cavalierato ad András Schiff per i servizi resi alla musica.

(fonte: Nove da Firenze)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...