bavisela-2015

Bavisela 2015: Dominio degli atleti ungheresi alla Green Europe Half Marathon

TRIESTE –  Sventola il tricolore sulla Green Europe Half Marathon 2015, orfana dei top runner per scelta degli organizzatori. Tuttavia, nessuna vittoria italiana può essere consegnata all’albo d’oro, anche se i colori del vessillo portato sul podio sono il verde, il bianco e il rosso. Merito della folta pattuglia magiara, che ha raggiunto Trieste per prendere parte alle tre corse organizzate dalla Bavisela 2015. Ma è proprio sulla distanza dei 21 chilometri, che gli atleti ungheresi si sono messi in evidenza, andando a conquistare la vittoria in campo maschile e portando a casa anche le prime due posizioni della classifica rosa.

Roland Kedves ha tagliato il traguardo in 1h12’54”, lasciandosi alle spalle un fiume colorato di ben 1834 atleti. Bancario di trentacinque anni, Kedves vanta un personale di 1h06’11” sulla mezza maratona, ottenuto a Budapest nel 2005. La sua è stata una cavalcata solitaria, che l’ha condotto da Duino al palcoscenico di piazza Unità d’Italia, dove ha raccolto i meritati applausi del pubblico. Kedves non ha incontrato troppe resistenze da parte degli avversari, avendo aperto il gas già nelle prime battute della competizione. Alle sue spalle si è consumata la vera bagarre, con un gruppetto di atleti italiani che ha provato a movimentare la corsa. Fra tutti, si sono distinti Lorenzo De Conto (Atletica Edilmarket Sandrin) e il triestino Gianmarco Pitteri (Pool Sport). Il trevigiano De Conto, studente d’Ingegneria Ambientale all’Università di Trieste, ha preso diversi metri di vantaggio sul forte atleta triestino, che è rimasto intruppato nelle immediate retrovie, dove ha battagliato con un atleta ungherese per buona parte della gara. Passata la stazione ferroviaria, Pitteri ha messo la freccia e se n’è andato in progressione: troppo tardi per recuperare lo svantaggio accumulato. La seconda piazza, così, è andata al ventiseienne De Conto, che ha iniziato a correre solo tre anni fa e che alla sua prima mezza maratona, corsa a Trieste nel 2012, aveva fermato il cronometro a 1h27’. Un netto miglioramento, se si considera il tempo finale di 1h13’43”, corso in questa edizione, che evidenzia tutto il suo talento. Pitteri si è dovuto accontentare del terzo gradino del podio, conquistato in 1h13’48”, davanti allo sloveno Bostjan Svab (1h15’55”) e al compagno di squadra Simone Spessot (1h15’59”).

In campo femminile, invece, la vittoria è andata a Zsanett Kis. L’atleta di Budapest si è imposta nettamente sulle avversarie, chiudendo al primo posto in 1h21’10”. La sua, in realtà, è stata una gara in rimonta, culminata con un sorpasso all’ottavo chilometro. A quel punto, nel bel mezzo della strada Costiera, si sono decisi i giochi, con la Kis che ha messo al sicuro la vittoria, andando a premere ulteriormente sull’accelleratore. Ne hanno fatto le spese la compagna Kinga Lauf, seconda in 1h23’22”, e la portacolori delle Generali Jessica Doria, terza in 1h24’20”, davanti a Erika Bagatin (1h25’10”) e a Simona Rizzato (1h27’28”).

(fonte: Il Piccolo)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...