la-missione-di-rasputin

“La Missione di Rasputin”: Mercoledì a Varese la presentazione della pièce

locandina-missione-rasputinVARESE – Mercoledì 6 maggio, alle 11:30, presso la Sala Matrimoni di Palazzo Estense, a Varese, ci sarà la presentazione dello spettacolo teatrale “La missione di Rasputin“, a cui hanno collaborato illustri artisti ungheresi. L’incontro è rivolto alla stampa ed è aperto al pubblico. Saranno presenti il regista Paolo Franzato, l’artista Silvio Monti, gli artisti di Budapest (Géza Szőcs, Tamara Mózes, János Nagy e János Újházi), alcuni attori del Teatro Franzato e le autorità istituzionali Attilio Fontana e Simone Longhini. La pièce è tratta dall’omonimo romanzo di Géza Szőcs e sarà rappresentata domenica 10 maggio, alle 16:30, al Teatro Ucc “Mario Apollonio” di Varese. Lo spettacolo è inserito nel programma della X edizione della rassegna “Pomeriggi Teatrali” e della XX edizione del “Festival Teatro & Territorio”.

Puntuale come sempre, è iniziata nel mese di marzo la rassegna più creativa e coinvolgente di Varese, il Festival “Teatro & Territorio” 2015. Il programma degli appuntamenti, che vede anche la collaborazione artistica con Budapest, Strasburgo e Belgrado, si protrarrà fino all’autunno 2015, all’insegna del teatro di ricerca, sperimentazione, contemporaneo, pedagogico, culturale e antropologico, con una particolare scelta dei testi drammaturgici, con autori del calibro di Aristofane, Pier Paolo Pasolini, Géza Szőcs, Jean Tardieu, Karl Valentin.

Proprio il celebre scrittore contemporaneo Géza Szőcs, nato in Transilvania nel 1953, poeta, romanziere, saggista, drammaturgo, tradotto e pubblicato in molte lingue, intellettuale e politico (Console Generale d’Ungheria, già Ministro della Cultura Ungherese e Parlamentare in Romania, nonché Commissario per l’Expo 2015), ha affidato al regista Paolo Franzato, quale valido esponente del Teatro europeo contemporaneo, la prima messinscena del suo testo teatrale “La missione di Rasputin”, la cui pubblicazione (Arcipelago Edizioni) avverrà proprio in occasione del debutto dello spettacolo di domenica 10 maggio, alle ore 16:30, al Teatro Ucc “Mario Apollonio” di Varese.

Un’importante riconoscimento, che corona i trent’anni di carriera dell’artista varesino. Questo progetto italo-ungherese coinvolge artisti di Budapest (l’autore Géza Szőcs, i musicisti Tamara Mózes e János Nagy, e il consulente compositore János Újházi), insieme con gli interpreti dell’Accademia Teatro Franzato. Le scene e i costumi sono affidati agli artisti varesini Alessandro Mezzanotte, Marcella Magnoli e Silvio Monti (quest’ultimo è anche promoter dell’evento).

Lo scrittore che ha tradotto il testo teatrale dall’ungherese all’italiano è il grande poeta di origine ungherese Tomaso Kemény, che è stato recentemente insignito del Premio Montale Fuori di Casa per la poesia, nell’ambito delle iniziative dell’edizione 2015 di “Sconfinando Sarzana Festival – Festival Internazionale di Musiche & Suoni dal Mondo“, riconosciuto tra più importanti festival culturali del panorama nazionale.

Per informazioni e prenotazioni:  347.4657358 – 340.7426770

 

LA MISSIONE DI RASPUTIN

Domenica 10 maggio 2015, ore 16:30, Teatro Ucc “Mario Apollonio”, Piazza della Repubblica, Varese

Teatro Franzato presenta lo spettacolo teatrale “La missione di Rasputin”

Drammaturgia di Géza Szőcs
Regia di Paolo Franzato

Personaggi & Interpreti:
G. E. Rasputin: Marco Rodio
Nicola II: Mauro Provvidi
Giorgio V: Alessandro Mezzanotte
Guglielmo II: Raffaele Campolattano
Francesco Giuseppe: Giovanni Rindone
Madam: Tiziana Rovera
Loulou: Sara Pozzi
Domestico in casa Clemenceau: Matteo Albergoni
Cameriere: Lorenzo Simone
Styopa: Devis Ferrara
Rasputin giovane: Thomas Pedotti
Gavrilo Princip: Alberto Vezzoli
Comparse: Ivana Franchi, Francesco Meroni, Caterina Murrazzu, Liliana Torresin

Musiche di e con Tamara Mózes e János Újházi
Consulenza musicale di János Újházi
Video scenografia: Studio Velvet
Oggetti di scena: Silvio Monti
Costumi: Marcella Magnoli
Trucco: Laura Bonariva e Francesca Maroni
Audio e luci: Mario Miglioli

Il Teatro Franzato prosegue le sue collaborazioni internazionali con lo spettacolo teatrale “La missione di Rasputin”, una produzione italo-ungherese. L’autore Géza Szőcs, nato in Transilvania nel 1953, poeta, romanziere, saggista, drammaturgo, tradotto e pubblicato in molte lingue, intellettuale e politico (Console Generale d’Ungheria, già Ministro alla Cultura Ungherese, Parlamentare in Romania, nonché Commissario per Expo 2015), ha affidato al regista Paolo Franzato, quale valido esponente del Teatro europeo contemporaneo, la prima messinscena di questo suo testo teatrale, la cui pubblicazione avviene proprio in occasione del debutto dello spettacolo. “La missione di Rasputin” è ambientato nella seconda parte del luglio e dei primi giorni dell’agosto 1914, quando logiche folli e intrighi internazionali decisero lo scoppio della Prima Guerra Mondiale. E’ un viaggio a ritroso nel tempo, surreale, grottesco, che mette in risalto sia l’idiozia dei potenti nel decidere le sorti e la morte di milioni di persone e sia l’ineluttabilità del Destino. La Compagnia Teatro Franzato prosegue con questo lavoro la riflessione sulla malvagità e la follia di tutte le guerre, dopo aver affrontato il tema nei precedenti spettacoli, su testi di Federico Garcia Lorca e Pier Paolo Pasolini, e nella rappresentazione “Most”, della scorsa Stagione.

 

FESTIVAL TEATRO E TERRITORIO 2015

festival-teatro-territorio-2015“DISPERATE VITALITÀ” è il titolo della 20^ edizione di quello che è il primo festival internazionale delle arti performative creato a Varese, e che il Teatro Franzato organizza e propone puntualmente ogni Primavera, con numerosi, diversificati e interessanti eventi, che coinvolgono, come da tradizione, un elevatissimo numero di partecipanti. Infatti, il festival segue e conclude i percorsi laboratoriali dell’Accademia Teatro Franzato, giunta anch’essa quest’anno alla sua XX edizione di vita artistica, culturale e socio-pedagogica. Oltre ai percorsi attuati e condotti in altre scuole varesine, il festival si integra e si sostanzia di collaborazioni con diversi artisti (locali e internazionali) delle arti sceniche (teatro, danza, poesia, musica, video, ecc.) per la creazione e la realizzazione degli spettacoli.

Il programma del festival include 25 eventi teatrali, culturali e formativi. L’edizione di quest’anno è dedicata a Rudolf Laban, danzatore e coreografo ungherese dal respiro est-europeo, vissuto a cavallo fra Otto e Novecento. Un festival che, insieme alle attività dell’Accademia, ha sempre avuto un largo seguito sia di spettatori e sia di interesse da parte di studiosi e accademici, tanto da divenire modello per realtà teatrali sorte in questi ultimi anni, nonché oggetto di studio e tesi in vari Atenei italiani ed europei.

Anche l’edizione 2015 è stata realizzata grazie alla collaborazione storica col Comune di Varese (Assessorato alla Famiglia, alla Persona e all’Università), sostenuta dall’Ambito Distrettuale Sociale di Varese, quale parte integrante del “Piano Antares”, con il contributo del Consiglio Regionale della Lombardia e la Direzione Artistica e Culturale del regista-pedagogo Paolo Franzato.

“Un’ottima Stagione, direi – ha commentato l’Assessore alla Famiglia, Persona e Università Enrico Angelini – Il programma, dopo le eccellenze delle passate edizioni, è ancora, se possibile, più invitante come numero di spettacoli e punte di qualità notevoli. Siamo ai 20 anni di attività, che sono un biglietto da visita chiaro, una storia di presenza e cultura sul territorio. Il festival rappresenta un fattore educativo concreto, con ragazzi e giovani che seguono le attività e si mettono gioco. La forza sta proprio nel connubio tra cultura e aspetti formativi”.

 

Vedere anche gli articoli:

Festival-teatro-territorio-a-varese-quest-anno-anche-un-progetto-italo-ungherese/

Pomeriggi-teatrali-a-varese-quest-anno-anche-illustri-artisti-di-budapest/

Pomeriggi-teatrali-a-varese-informazioni-e-prevendite

Premio-montale-fuori-di-casa-2015-premio-della-poesia-assegnato-al-poeta-di-origine-ungherese-tomaso-kemeny/

Udvozlettel-benvenuti-nel-2015-varese-parla-anche-ungherese/

e i video:

Video-della-piece-la-missione-di-rasputin-di-geza-szocs-regia-di-paolo-franzato/

Video-della-mostra-memoria-et-imago-al-museo-nazionale-ungherese-nel-2013/

 

(fonte: VaresePolis, VareseCultura, ViviVarese)

Annunci

3 pensieri riguardo ““La Missione di Rasputin”: Mercoledì a Varese la presentazione della pièce”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...