la_missione_di_rasputin

“La missione di Rasputin” a Varese: Domenica il debutto della pièce italo-ungherese

VARESE – Debutterà domenica 10 maggio, alle ore 16:30, al Teatro Ucc “Mario Apollonio” di Piazza della Repubblica a Varese, la pièce italo-ungherese del Teatro Franzato “La missione di Rasputin”, con la drammaturgia di Géza Szőcs e la regia di Paolo Franzato.

Lo spettacolo è stato presentato mercoledì mattina presso la Sala Matrimoni di Palazzo Estense, a Varese. Hanno partecipato all’incontro il regista Paolo Franzato, l’artista Silvio Monti, gli artisti di Budapest (Géza Szőcs,Tamara Mózes, János Nagy e János Újházi) e alcuni attori del Teatro Franzato. In rappresentanza delle istituzioni, erano presenti il Sindaco Attilio Fontana e l’Assessore alla Cultura Simone Longhini, i quali hanno salutato e ringraziato gli artisti presenti e, in modo particolare, Géza Szőcs, “apprezzandone le grandi doti di autore, poeta e drammaturgo”. L’assessore Enrico Angelini non ha potuto partecipare alla conferenza, ma ha fatto pervenire un suo breve saluto: “Ho appreso con sincero piacere che Varese ospiterà lo spettacolo ‘La missione di Rasputin‘, tratto dall’omonimo libro di Géza Szőcs. Un importante riconoscimento al regista varesino Paolo Franzato, che dona prestigio alla città”.

Anche Carlo Mansueti, Presidente del  Circolo Endas “Severo Piatti” di Varese, ha inviato un saluto: “L’autore ha affidato la regia alle mani sapienti di Paolo Franzato, Direttore Artistico della rassegna ‘Pomeriggi Teatrali’ e tra gli esponenti più significativi del teatro contemporaneo”.

L’autore Géza Szőcs, nato in Transilvania nel 1953, poeta, romanziere, saggista, drammaturgo, tradotto e pubblicato in molte lingue, intellettuale e politico (Premio Leopardi, già Ministro della Cultura ungherese e Parlamentare in Romania, Commissario per Expo 2015), ha affidato al regista Paolo Franzato la prima messinscena di questo suo testo teatrale, la cui pubblicazione (Arcipelago Edizioni) avverrà proprio in occasione di questo debutto. Un importante riconoscimento, che corona i trent’anni di carriera dell’artista varesino. Lo scrittore che ha tradotto il testo dall’ungherese all’italiano è il grande poeta di origine ungherese Tomaso Kemény, che è stato recentemente insignito del Premio Montale Fuori di Casa per la poesia, nell’ambito delle iniziative dell’edizione 2015 di “Sconfinando Sarzana Festival – Festival Internazionale di Musiche & Suoni dal Mondo“, riconosciuto tra più importanti festival culturali del panorama nazionale.

La missione di Rasputin” è ambientato nella seconda parte del luglio e dei primi giorni dell’agosto 1914, quando logiche folli e intrighi internazionali decisero lo scoppio della Prima Guerra Mondiale. E’ un viaggio a ritroso nel tempo, surreale e grottesco, che mette in risalto sia l’idiozia dei potenti nel decidere le sorti e la morte di milioni di persone e sia l’ineluttabilità del Destino. Rimane in sospeso un importante quesito: chi era al potere è mai stato in grado di comprendere la portata drammatica di determinate scelte? E’ ciò su cui l’autore ci invita a riflettere. Il protagonista dell’opera è, infatti, un famoso veggente, che si prodiga molto per evitare il disastro imminente, ma chi è al potere non lo ascolta.

A questo progetto italo-ungherese hanno collaborato illustri artisti di Budapest, tutti con un significativo percorso artistico già riconosciuto al di fuori dei propri confini nazionali: oltre all’autore Géza Szőcs, anche Tamara Mózes (musicista, cantante, compositrice), János Nagy (musicista e compositore), e János Újházi (compositore e consulente musicale dello spettacolo). Gli artisti ungheresi non hanno avuto, quindi, solamente la funzione di “ospiti” all’interno dello spettacolo, bensì quella di lavorare concretamente in sinergia con gli artisti del tessuto culturale del territorio (compagnie, registi, attori e allievi delle scuole di teatro di Varese, città e provincia), rappresentando un valido esempio di scambio culturale. In particolare, gli artisti di Budapest hanno lavorato con gli attori interpreti dell’Accademia Teatro Franzato:  i protagonisti Marco Rodio (Rasputin), Mauro Provvidi (Nicola II), Alessandro Mezzanotte (Giorgio V), Raffaele Campolattano (Guglielmo II), Giovanni Rindone (Francesco Giuseppe), Tiziana Rovera (Madam), insieme a diverse comparse e anche a numerosi giovani allievi, tra i quali Sara Pozzi (Loulou), Matteo Albergoni, Alberto Vezzoli e Riccardo Trovato. Sono tutti varesini anche gli artisti che hanno lavorato all’allestimento scenico: Silvio Monti (oggetti di scena e promozione dell’evento), Marcella Magnoli (costumi), Laura Bonariva, Chiara Lupi e Francesca Maroni (trucco e acconciature), Alessandro Mezzanotte dello Studio Velvet (Video-scenografia), con una particolare ricerca iconografica a cura di Giorgio De Marco e Francesco Meroni.

Dopo lo spettacolo italo-serbo” Most-Il ponte” della scorsa stagione, che aveva riscosso uno straordinario successo di pubblico e di critica (la stampa l’aveva definito come “un successo, che rimarrà nella storia del teatro varesino”), il Teatro Franzato prosegue, con questo lavoro, la riflessione sulla malvagità e la follia di tutte le guerre, dopo aver affrontato lo stesso tema in precedenti spettacoli, su testi di Federico Garcia Lorca e Pier Paolo Pasolini.

Per informazioni e prenotazioni:  347.4657358 – 340.7426770

 

Vedere anche gli articoli:

Eventi-a-varese-weekend-artistico-all-insegna-della-cultura-ungherese/

La-missione-di-rasputin-domani-a-varese-la-presentazione-della-piece/

Festival-teatro-territorio-a-varese-quest-anno-anche-un-progetto-italo-ungherese/

Pomeriggi-teatrali-a-varese-quest-anno-anche-illustri-artisti-di-budapest/

Pomeriggi-teatrali-a-varese-informazioni-e-prevendite

Premio-montale-fuori-di-casa-2015-premio-della-poesia-assegnato-al-poeta-di-origine-ungherese-tomaso-kemeny/

Udvozlettel-benvenuti-nel-2015-varese-parla-anche-ungherese/

e i video:

Video-della-piece-la-missione-di-rasputin-di-geza-szocs-regia-di-paolo-franzato/

Video-della-mostra-memoria-et-imago-al-museo-nazionale-ungherese-nel-2013/

 

(fonte: VareseNews)

Annunci

7 pensieri riguardo ““La missione di Rasputin” a Varese: Domenica il debutto della pièce italo-ungherese”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...