italian-festival

Italian Festival: A Budapest si celebra il ”Made in Italy”

BUDAPEST – Dal 20 maggio al 20 giugno, l’ICE–Italian Trade Agency organizzerà a Budapest l’Italian Festival, che presenterà al pubblico ungherese i molteplici aspetti dell’Italia e dello stile di vita italiano. Il Festival italiano si svolgerà in concomitanza con la Festa della Repubblica Italiana del 2 giugno e sarà una straordinaria vetrina del “Made in Italy” e delle sue eccellenze in settori di punta della propria produzione industriale, ma anche nella cultura, nella musica e nell’arte, con un fitto calendario di eventi e spettacoli. L’Italian Festival sarà realizzato col patrocinio dell’Ambasciata d’Italia ed in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura.

Nell’ambito del Festival si svolgeranno, inoltre, delle speciali “settimane”, che avranno al loro centro, di volta in volta, un particolare settore del Made in Italy. Si aprirà con la “Settimana del Design e dell’Arredamento”, dal 26 al 30 maggio, per poi proseguire con la “Settimana della Ristorazione”, dall’1 al 7 giugno. Dall’8 al 14 giugno si svolgerà la “Settimana della Gastronomia e dei Vini”, per poi chiudere con la “Settimana della Moda”, dal 15 al 20 giugno.

Nel corso di queste settimane saranno proposte numerose offerte promozionali, riservate ai partecipanti del Festival. Nei principali negozi, show-room, ristoranti e caffè di Budapest saranno organizzate vendite promozionali, degustazioni di cibi, vini e caffè, ed altri speciali eventi, di cui sarà pubblicato presto il programma completo.

Tra le numerose iniziative che saranno realizzate, si segnala il corso di cucina per i cuochi ungheresi dei ristoranti italiani, con l’obiettivo di promuovere l’uso ottimale degli ingredienti, nel modo migliore e più vicino alla tradizione originaria, e diffondere la cultura del cibo italiano in quelli che rappresentano un importante canale di conoscenza del gusto presso i consumatori.

La moda italiana sarà celebrata con una mostra dal titolo: “La Moda Italiana. Una storia di seduzione”. L’esposizione, ideata e curata da Fiorella Galgano e Alessia Toti, sintetizzerà l’intreccio, tipicamente italiano, tra capacità manifatturiera, alto artigianato, creatività ed arte, e presenterà una selezione di bellissimi abiti, realizzati dai più famosi sarti e stilisti italiani. La mostra, realizzata con il supporto dell’Istituto Italiano di Cultura e dell’ ICE – Agenzia di Budapest, in collaborazione con la Galgano & Tota Associati e l’Associazione Culturale StilePromoItalia, sarà presentata in occasione della Festa della Repubblica Italiana e sarà visitabile fino al 25 giugno, presso la prestigiosa sede dell’ Istituto Italiano di Cultura.

Nella mostra sarà possibile ammirare alcune spettacolari creazioni da “red carpet”, indossate per le prèmiere o per “la notte degli Oscar” delle più celebri top-model e celebrities, o realizzate per indimenticabili interpreti di film internazionali. In questa bellissima cornice si potranno ammirare creazioni straordinarie per lavorazione e preziosità dei materiali: abiti selezionati, che illustrano i percorsi creativi, diversi ed alternativi, caratteristici di ciascuno degli stilisti in mostra. Si potranno ammirare le creazioni di Roberto Capucci, il maestro che ha saputo trasformare la moda in pura espressione d’arte, le costruzioni geometriche di Granfranco Ferrè, la classe degli abiti da gran sera di Giorgio Armani e Andrè Laug, la preziosità di pizzi e ricami di Marella Ferrera e Gai Mattiolo, l’eleganza bon-ton di Lorenzo Riva e quella ancor più classica della Principessa Irene Galitzine. E ancora: la perfezione nei tagli e nei volumi, tipica delle sartorie romane di Sarli, con le sue creazioni senza cuciture; quella delle Sorelle Fontana, che, con il noto „Pretino“, creato per l’attrice americana Ava Gardner, sancirono l’epoca della „Dolce Vita“. Immancabile l’abito „rosso“ Valentino, creato sulle splendide forme della top-model Claudia Schiffer ed esposto al F.I.T. Museum di New York, nella mostra “Red Exhibit”. Impossibile evitare l’accenno a colori e fantasie, seppur con toni e ritmi diversi, attraverso le stampe „a vivo“ di Lancetti, pennellate e ricamate come fossero quadri d’autore; e quelle „costruite“ dalle macro-pailettes di Enrico Coveri, gli intarsi e le applicazioni „in doppio“ di Renato Balestra, lo stile gitano di Mariella Burani, il glamour regale ed opulento del principe Egon Von Furstenberg. La regina del cachemire, Laura Biagiotti, esprime la sua femminilità con la morbidezza del suo inimitabile abito „bambola“. E c‘è pure “la follia“ artigianale del giovane Alessandro Angelozzi, con l’abito impreziosito da 1200 petali di chiffon e foglie di pura seta, dai colori sfumati, cuciti e lavorati a mano, per formare delle bellissime peonie. Infine, il lusso sofisticato di Versace, che diventa vera e propria sperimentazione nell’uso delle maglie in metallo, come inedito tessuto su cui incastonare miriadi di cristalli Swarovski.

L’Italian Festival sarà pubblicizzato attraverso numerosi canali, social networks, portali web e media locali, e sarà creato, per l’occasione, un sito web in ungherese ed italiano, dedicato al Festival, dove sarà possibile trovare il programma completo di tutti gli eventi che saranno realizzati dal 20 maggio in poi e le informazioni sulle aziende partecipanti e sulle loro offerte speciali.

 

Il sito Internet dell’Italian Festival:

http://www.italianfestival.eu/

 

La pagina Facebook dell’evento:

https://www.facebook.com/italianfestival.eu

 

Video “A Budapest sboccia l’Italian Festival”:

 

(fonti: ICE–Italian Trade Agency, Economia.hu)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...