“Erba città di cultura in Expo”: Venerdì 17 luglio il concerto dedicato all’Ungheria

ERBA (Co) –  Erba città di cultura, in occasione di Expo Milano 2015, grazie agli eventi organizzati dall’Assessore alla Cultura erbese Franco Brusadelli. Concerti di musica internazionale, che faranno conoscere agli erbesi alcuni dei Paesi partecipanti all’Esposizione Universale, e che avranno come location due luoghi davvero incantevoli: il Castello di Pomerio e il Teatro all’aperto Licinium.

Continua a leggere “Erba città di cultura in Expo”: Venerdì 17 luglio il concerto dedicato all’Ungheria

Annunci

Centenario della Prima Guerra Mondiale: Il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella rende omaggio ai caduti italiani ed ungheresi

SAGRADO (Go) – Domenica 24 maggio il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, in occasione del 100° anniversario dell’ingresso dell’Italia nella Grande Guerra, ha reso omaggio ai caduti delle truppe italiane ed austro-ungariche, visitando il Museo della Grande Guerra e le trincee scavate dai soldati sul monte San Michele del Carso, in provincia di Gorizia.

Continua a leggere Centenario della Prima Guerra Mondiale: Il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella rende omaggio ai caduti italiani ed ungheresi

Cannes 2015: Palma d’Oro per Jacques Audiard e Grand Prix a Son of Saul, dell’ungherese László Nemes. Nessun premio per l’Italia

CANNES – La 68ª edizione del Festival di Cannes si è conclusa domenica 24 maggio con l’annuncio del suo palmarès, che ha consacrato Jacques Audiard con una Palma d’Oro a sorpresa per Dheepan. “Ringrazio Michael Haneke per non aver girato nulla quest’anno”, ironizza il regista francese, che ha colto l’occasione per esprimere la sua ammirazione nei confronti dei fratelli Dardenne, sottolineando l’onore di questa ricompensa suprema, dopo i primi due premi da lui conquistati al Festival di Cannes nel 1996 (Premio della Sceneggiatura per Un héros très discret) e nel 2009 con Il profeta. Quest’ultimo gli valse un Gran premio della Giuria, mentre in molti prevedevano la Palma per lui. Sei anni dopo, il suo ultimo film non era molto  favorito dai pronostici, eppure ha convinto la giuria internazionale. Il vincitore del Grand Prix è l’ungherese László Nemes, che, per la sua prima partecipazione a Cannes, ha mostrato il film più potente del festival: Son of Saul. “Ho provato a parlare di un soggetto impegnativo alla mia generazione, ancora ossessionata da questi eventi, e ho voluto farlo in pellicola, perché è importante che questo supporto non scompaia. Si può ancora girare e proiettare in pellicola!”. Nemmeno un premio per i tre film italiani di Moretti, Garrone e Sorrentino.

Continua a leggere Cannes 2015: Palma d’Oro per Jacques Audiard e Grand Prix a Son of Saul, dell’ungherese László Nemes. Nessun premio per l’Italia

Centenario della Prima Guerra Mondiale: Montalto di Castro commemora i caduti insieme all’Ambasciata d’Ungheria

MONTALTO DI CASTRO (Vt) – Si è svolta domenica 24 maggio, a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo, la cerimonia per la ricorrenza del Centenario dell’ingresso dell’Italia nella Grande Guerra. Una giornata incentrata sul ricordo dei militari delle truppe italiane ed austro-ungariche, caduti durante la Prima Guerra Mondiale. All’iniziativa, promossa dall’Assessorato alla Cultura, oltre al sindaco Sergio Caci e all’Amministrazione Comunale, hanno partecipato il Consigliere Economico dell’Ambasciata di Ungheria, Tünde Hagymási, il Consigliere della Provincia di Viterbo Laura Voccia, le autorità civili, militari e religiose, le associazioni locali e combattentistiche d’arma e il dirigente scolastico Grazia Olimpieri, oltre a numerosi cittadini.

Continua a leggere Centenario della Prima Guerra Mondiale: Montalto di Castro commemora i caduti insieme all’Ambasciata d’Ungheria

Eurovision Song Contest 2015: Vince lo svedese Måns Zelmerlöw. Terzo il trio italiano Il Volo. Solo ventesima l’Ungheria

VIENNA – E’ la Svezia ad aggiudicarsi l’Eurovision Song Contest: la serata finale della 60ª edizione, ospitata dalla StadtHalle di Vienna, ha visto trionfare Måns Zelmerlöw, tra i favoriti della vigilia, con il pop elettrico e moderno del brano ‘Heroes‘. Alle sue spalle la russa Polina Gagarina, con la canzone ‘A million voices‘. L’Italia deve accontentarsi del terzo gradino del podio, conquistato da Il Volo: Ignazio Boschetto, Piero Barone e Gianluca Ginoble, ambasciatori del bel canto nel mondo e molto quotati nei pronostici, hanno proposto ‘Grande amore‘, il brano vincitore di Sanremo, stravincendo nel televoto – che già li aveva incoronati al festival – con il 50% delle preferenze.

Continua a leggere Eurovision Song Contest 2015: Vince lo svedese Måns Zelmerlöw. Terzo il trio italiano Il Volo. Solo ventesima l’Ungheria