Nemes Jeles László

Cannes 2015: Successo alla Croisette degli allievi del Torino Film Lab

CANNES – Gli allievi del TorinoFilmLab, laboratorio internazionale di supporto ai giovani talenti, si sono distinti in tutte le sezioni del 68° Festival di Cannes, dal Concorso alla Semaine de la Critique, passando per Un Certain Regard. In particolare, l’ungherese László Nemes ha ottenuto un risultato straordinario con la sua opera prima Son of Saul, che si è aggiudicata il Grand Premio della Giuria e il Premio FIPRESCI. Nella realizzazione del film sono stati coinvolti anche il francese Matthieu Taponier (sceneggiatura e montaggio) e l’ungherese Mátyás Erdély (fotografia).

Alberto Barbera, Direttore del Museo Nazionale del Cinema, ha dichiarato: “La presenza, nei palmarès di Cannes, di autori formatisi al TorinoFilmLab è la conferma ‎dello straordinario successo internazionale di questo progetto, tutto torinese. Non c’è grande festival, degli ultimi anni, che non abbia fatto registrare la presenza di autori passati da questo straordinario incubatore di talenti, affermatosi come un’eccellenza mondiale e un modello di efficienza formativa”.

Anche il Presidente del Museo Nazionale del Cinema, Paolo Damilano, ha commentato con soddisfazione: “Siamo fieri di questo nuovo successo, che premia la vocazione internazionale di Torino e la sua capacità di realizzare progetti, destinati a fare scuola in tutto il mondo. Il TorinoFilmLab è una componente essenziale di quel sistema cinema, a cui tutti guardano come ad un modello di efficienza culturale e produttiva”.

László Nemes trionfa in Concorso
L’ungherese László Nemes, già allievo di Script&Pitch 2012 e di ritorno al TFL (TorinoFilmLab) per partecipare a FrameWork 2015, ha ottenuto un eccellente risultato con la sua opera prima  – l’unica in Concorso – Son of Saul, aggiudicandosi il Grand Prix e il Premio FIPRESCI. Oltre al regista, lo straordinario film ha coinvolto diversi membri del network TFL: il francese Matthieu Taponier (Script&Pitch 2013) ha collaborato sia alla sceneggiatura e sia al montaggio e sarà co-sceneggiatore del prossimo progetto di Nemes, mentre il tutor di FrameWork Mátyás Erdély è stato il Direttore della Fotografia.

The Wakhan Front riceve sostegno alla distribuzione in Francia
Il debutto alla regia del francese Clément Cogitore, The Wakhan Front, sviluppato durante Script&Pitch 2012 e prodotto dall’ex allievo di FrameWork 2011 Jean-Christophe Reymond per Kazak Productions, è stato premiato alla 54ª Semaine de la Critique: il film ha ottenuto il sostegno della Fondazione Groupama Gan per la distribuzione in Francia.

Un Certain Regard premia due allieve del TFL
Riconoscimenti per due produttrici, allieve del TFL, anche in Un Certain Regard: la partecipante a FrameWork 2014 Ankica Juric Tilic ha prodotto The High Sun, di Dalibor Matanic, che ha vinto il Prix du Jury; il Prix de l’Avenir e il Premio FIPRESCI della sezione sono, invece, andati a Masaan, di Neeraj Ghaywan, prodotto da Guneet Monga (FrameWork 2011).

TorinoFilmLab
Il TorinoFilmLab è un laboratorio internazionale, che sostiene i talenti emergenti di tutto il mondo – con attenzione particolare alle opere prime e seconde – attraverso attività di formazione, sviluppo, finanziamento e sostegno alla distribuzione. I programmi Script&Pitch e AdaptLab sono dedicati allo sviluppo di sceneggiature, rispettivamente originali e adattate, e s’intrecciano entrambi con Story Editing, il corso dedicato alla formazione di script consultant. FrameWork, dedicato a team di registi e produttori, accompagna le fasi più avanzate dello sviluppo dei progetti, preparandoli ad entrare in produzione e sostenendone alcuni economicamente, grazie ai Production Awards e agli altri premi, assegnati annualmente durante il TFL Meeting Event. Infine, il TFL Distribution Fund, mirato a supportare strategie innovative per la distribuzione di coproduzioni internazionali, s’integra con il programma Audience Design, che esplora le possibilità di raggiungere e coinvolgere il pubblico, utilizzando mezzi e approcci di nuova sperimentazione.

 

Vedere anche gli articoli:

Cannes-2015-la-federazione-internazionale-della-stampa-cinematografica-premia-il-cineasta-ungherese-laszlo-nemes/

Cannes-2015-i-giornalisti-italiani-intervistano-il-cineasta-ungherese-laszlo-nemes/

Cannes-2015-palma-doro-per-jacques-audiard-e-grand-prix-a-son-of-saul-dell-ungherese-laszlo-nemes-nessun-premio-per-l-italia/

Cannes-2015-incontro-col-cineasta-ungherese-laszlo-nemes/

Cannes-2015-il-primo-lungometraggio-dell-ungherese-laszlo-nemes-stupisce-per-il-suo-approccio-viscerale-alla-shoah/

Cannes-2015-il-cinema-ungherese-sbarca-sulla-croisette/

Cannes-2015-debutto-ad-effetto-per-son-of-saul-l-opera-prima-del-regista-ungherese-laszlo-nemes/

Cannes-film-festival-2015-tre-film-italiani-in-concorso-selezionato-anche-un-film-ungherese/

Cinema-white-god-l-ungheria-di-ieri-e-oggi-nella-storia-di-un-cane-e-di-una-ragazzina/

 

(fonti: CinemaItaIiano.info, La Stampa)

 

Annunci

1 commento su “Cannes 2015: Successo alla Croisette degli allievi del Torino Film Lab”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...